Corpo Musicale Albatese
Corpo Musicale Albatese

Corpo Musicale Albatese

Corpo Musicale Albatese

Nel 1873 venne fondata ad Albate una Società di Mutuo Soccorso che decise di promuovere un organismo musicale che vide il suo sorgere nel 1894.


1) Come nasce il corpo musicale Albatese e qual è il suo obbiettivo? La neonata banda si presentò al pubblico sfoggiando la nuova fiammante divisa che richiamava molto quelle dei soldati “nordisti” della guerra di secessione americana e le prime manifestazioni costituiscono il preludio delle tante occasioni in cui, negli anni a venire, il complesso bandistico sarebbe stato presente in tutti i momenti più significativi della vita albatese, caratterizzando con le sue note, ora gioiose ora tristi, le varie anifestazioni civili, religiose, patriottiche.


Nel 1899, in occasione della grande esposizione Voltiana i musicanti della Banda furono premiati con una medaglia d’oro, mentre il sodalizio riuscì a perfezionarsi a tal punto che, nel 1911, fu in grado di partecipare, a Torino, ad un concorso nazionale, cogliendo un prestigioso secondo posto.
Dopo gli anni tragici della Grande Guerra e la proclamazione della Repubblica, la Banda muta denominazione. Non più Corpo Musicale Umberto I, ma Corpo Musicale Albatese.


Nel 1996, la banda ha la fortuna di vivere uno dei momenti più significativi ed emozionanti del suo lungo cammino, accompagnando l’auto del Papa in occasione della sua visita in città. L’obbiettivo attuale del Corpo Musicale Albatese rimane quello di presenziare alle manifestazioni civili e religiose locali, dando però anche molta importanza alla qualità musicale che contraddistingue i propri concerti che hanno luogo nel proprio territorio ma anche fuori provincia.
Altro obbiettivo ancora più ambizioso e difficile è quello di educare i giovani a rendersi attivi all’interno di una associazione che utilizza la musica d’insieme come forma di insegnamento.

2) La vostra associazione comprende anche una scuola di musica, per quali strumenti sono attive le lezioni?
La nostra associazione ha al suo interno una scuola di musica con un corpo docenti qualificato che offre la possibilità a chiunque di imparare a suonare uno strumento musicale, con l’opportunità poi di entrare a far parte dell’organico della Banda. I nostri corsi seguono un programma moderno e vivace atto a stimolare la musicalità dell’allievo. Ci sono corsi musicali di: Flauto traverso, Tromba Batteria, Clarinetto, Trombone, Percussioni, Saxofono, Corno francese e Tuba/Euphonium.
Per iscriversi potete contattarci inviando una mail a corpomusicalealbatese@gmail.com, oppure un SMS al numero 347-7423970

3) Avevate fissati dei concerti o laboratori prima che venisse dichiarata l’emergenza coronavirus?
Per noi la stagione estiva è ricca di concerti all’aperto nelle piazze comunali ed erano già state fissate delle date come ad esempio il tradizionale concerto nella Piazza Duomo in centro Como sabato 6 giugno alla sera o il concerto estivo il venerdì 3 luglio sera nella Piazza Tricolore ad Albate. Anche se speriamo che tutto si risolva in tempi brevi, rischiamo comunque di far saltare queste due date perché ogni concerto richiede mesi di preparazione grazie alle prove settimanali che purtroppo sono state sospese da tempo. Il nostro è un gruppo amatoriale e per raggiungere la qualità musicale che il pubblico si aspetta occorre non solo lo studio individuale ma molto importante è anche la prova d’insieme con tutti gli strumenti.


4) Secondo Lei in questo momento, le persone di cosa hanno bisogno?
Come sempre accade in questi momenti difficili le persone hanno bisogno di rassicurazioni concrete. La musica può essere una via di fuga per allentare la pressione alla quale siamo sottoposti in questo periodo.


5)Secondo lei l’iniziativa nata in tutta Italia “la cultura non si ferma” può tenere vivo la voglia dei giovani di continuare a fare musica, sentendosi parte di una comunità più ampia?
Ogni tipo di iniziativa volta ad avvicinare i giovani verso la vita sociale e meglio verso la musica è da promuovere. Lo sappiamo bene noi del Corpo Musicale Albatese che negli ultimi anni siamo entrati nelle scuole mettendo a disposizione i nostri insegnanti per dar modo ai ragazzi di conoscere la banda ed avvicinarli alla nobile arte della musica. La vita individuale moderna penalizza ogni tipo di associazione, e certamente la mancanza di fondi è un ulteriore scoglio che rende difficile ogni tipo di proposta. Ben venga quindi puntare i riflettori sulla cultura molto spesso dimenticata.


6)Quando si ritornerà “alla normalità” riprenderete l’attività?
Il Corpo Musicale Albatese ha superato guerre e crisi economiche del secolo scorso e questa pandemia non soffocherà anni di storia e di passione. Dalla nostra parte c’è l’amore per la musica e la voglia di condividere insieme momenti di gioia e serenità, la banda è anche questo.


7) Avete già in mente dei progetti futuri che vi piacerebbe realizzare? Se potreste esprimere un desiderio per l’associazione cosa vorreste chiedere?
Tra i progetti futuri c’è la voglia di formare una Junior Band, ovvero una banda costituita di soli ragazzi e allievi del Corpo Musicale Albatese per dar loro modo di socializzare anche attraverso gite o vacanze studio di gruppo. È un progetto ambizioso e per essere concretizzato c’è bisogno di fondi ma soprattutto dell’appoggio della comunità Albatese.
Sono ancora troppe le persone che vedono la banda come un’associazione obsoleta e di scarsa qualità, pur non conoscendone la natura.


Invitiamo quindi i lettori a visitare il nostro sito internet o a spulciare il nostro canale You-tube dove è possibile trovare dei video con i nostri
concerti. La nostra scuola di musica vi aiuterà poi a far parte di questo progetto attivo da più di 126 anni.

Rimanete sempre informati su tutte le associazioni presenti sul territorio comasco.

Lascia un commento