Iniziative culturali

biblioteca piena di libri

Iniziative culturali

Perché non dedicare qualche ora della nostra giornata a qualche iniziative culturali online?

Sei nel posto giusto, al momento giusto!

Più di un terzo della popolazione mondiale è in quarantena, tante sono le cose che possiamo fare a casa, ma ancora di più sono tutte quelle cose che non possiamo fare; non possiamo visitare musei, sentire concerti, andare a teatro, in università e molto altro.

Per fortuna sono nate tantissime iniziative che cercano di portare l’arte, la letteratura e la musica proprio a casa tua, come? I musei hanno creato dei virtual tour e le biblioteche rendono disponibili i loro libri in forma digitale.

Vediamone alcuni:

Musei Vaticani: è possibile visitare tantissime stanze a 360 gradi come le stanze di Raffaello, Museo Pio Clementino e anche la bellissima Cappella Sistina. Ovviamente poterla ammirare dal vivo è un altra cosa, ma questo tour a 360 gradi mi ha veramente lasciato a bocca aperta, per un attimo ti senti davvero all’interno della stanza e vederla nella sua immensità senza la presenza di tutti i turisti è veramente bellissimo, sembra di riuscire a coglierne maggiormente la bellezza.

Pinacoteca di Brera (Milano): in questo tour virtuale è possibile osservare 669 opere. I capolavori sono fotografati e messi sul sito in altissima risoluzione, si riescono a cogliere i dettagli più piccoli di un opera. A lato troverete anche un didascalia molto interessante che spiega in dettaglio l’opera.

Galleria degli Uffizi: Anche qui è possibile visitare il museo attraverso un tour virtuale di immagini ad altissima definizione, possiamo trovare il meglio dell’arte rinascimentale italiana come la Nascita di Venere di Sandro Botticelli. Il museo ha creato una mostra virtuale sulla costruzione di mito contemporaneo di Botticelli attraverso l’utilizzo dei social media con twitter. Consiglio vivamente di soffermarsi in questo percorso creativo siccome è molto innovativo ed il primo capitolo dedicato alle foto scattate dal vivo dai visitatori davanti all’opera.

Louve: E’ sicuramente uno dei musei più importanti e famosi al mondo. Dedica una parte delle sue opere ai tour online a 360 gradi in cui si ha l’impressione di essere dentro al museo. È possibile visitare intere aree e ammirare la famosissima Gioconda di Leonardo da Vinci.

Nasa online: per tutti gli appassionati dello spazio, come me, c’è una bellissima notizia! Anche la Nasa offre tour virtuali davvero bellissimi, si può visitare il centro spaziale di houston attraverso una guida turistica.

Berliner Philharmoniker – Digital concert Hall I Berliner Philharmoniker sono una tra orchestre più prestigiose al mondo. In questo periodo hanno deciso di mettere a disposizione un mese gratuito del loro abbonamento alla Digital Concert Hall. Si tratta di una piattaforma digitale attraverso la quale l’orchestra diffonde video dei propri concerti della stagione, normalmente è a pagamento con tariffe sia settimanale che mensili. È possibile, anche, accedere ad un ricchissimo archivio di concerti con i più grandi direttori della storia.

UNESCO World digital library l’UNESCO ha deciso di mettere a disposizione la propria biblioteca online che comprende più di 20 mila documenti, opere, libri, manoscritti, immagini, filmati e registrazioni sonore, ponendo attenzione anche alle culture orientali. Purtroppo il sito non è in lingua italiana, ma è disponibile in altre sette lingue tra cui inglese, francese e spagnolo.

Gambero Rosso. Per tutti gli appassionati di cucina, vino e gastronomia Gambero Rosso mette a disposizione 3 mesi di abbonamento gratuito della propria rivista digitale. È possibile consultare tantissime ricette di grandi chef, notizie, consigli su dove mangiare e i vini migliori d’Italia.

Ovviamente le imprese e associazioni che hanno aderito a questo progetto, mettendo a disposizione i loro abbonamenti gratuitamente, sono tantissime e non ve le potevo elencare tutte. Se siete curiosi di scoprire le altre offerte vi consiglio di visitare direttamente il sito ufficiale del Ministero per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione.

Lascia un commento